SeoTelling: cos’è e perché ne sentirete parlare

SeoTelling: cos’è e perché ne sentirete parlare

SeoTelling: cos’è e perché ne sentirete parlare

Il SeoTelling è una nuova forma di content marketing il cui obiettivo è la creazione di contenuti efficaci per una strategia di Digital marketing. Siamo oggi sommersi da articoli di ogni tipo: copiati, rimodellati, tradotti, trascritti, riutilizzati. Una tragedia! Tutto questo succede perché Google ci dice che i contenuti sono alla base del successo di un progetto sul web e perché i social media ci impongono di essere sempre sul pezzo.

C’è il SEO specialist che crea contenuti con il solo obiettivo di migliorare il posizionamento delle proprie keyword. E ne utilizza tutte le varianti, dalle keyword generiche alle long tail passando per i sinonimi. A volte si fa una gran fatica a dare un senso a questi contenuti e il lettore, che oggi è sempre più preparato (e ha sempre meno tempo e pazienza), se ne accorgerà immediatamente.

Poi c’è il narratore nostalgico, quello che scrive pezzi facendosi trasportare dal cuore e dalle emozioni e le keyword non sa nemmeno cosa siano. Il suo blog contiene più capitoli del “Don Chisciotte”, realizza foto e video da paura, ma farà una gran fatica a raggiungere il pubblico perché la SEO gli causa allergia.

E poi c’è il SeoTeller, il talento del futuro (anzi del presente), colui il quale sa quando è il tempo di scrivere e se scrivere un pezzo emozionale (inserendoci comunque qualche bella keyword) o una markettata (inserendoci comunque un po’ di emozione), ma sa anche quando è il momento di abbandonare la penna e la propria postazione di lavoro e partecipare a un evento (o organizzarlo), far visita in azienda da un cliente con il semplice obiettivo di fargli un’intervista o ritrarlo nelle sue mansioni, perché in fin dei conti, un’azienda è il risultato delle persone che ci lavorano. Ma la capacità che maggiormente lo contraddistingue è la sua facilità nel creare relazioni: ha le Digital Pr nel sangue.

Dove nasce l’esigenza dell’attività di SeoTelling

Lavoriamo da diversi anni e a diversi livelli su progetti di Digital marketing e Ecommerce. Abbiamo vissuto e stiamo vivendo in prima persona i cambiamenti frenetici a cui ci sta abituando il mondo del Web. Questo ci permette di comprendere immediatamente quali sono le attività che 1-2 anni fa funzionavano e che hanno fatto la fortuna di tante aziende. Basti pensare a come si è evoluta la SEO, a come la link building stia sempre più passando il testimone ad attività di Digital Pr e a come le strategie di Web marketing siano passate dal concetto di posizionamento delle keyword al posizionamento del brand.

Oggi consigliamo sempre di approcciarsi ai progetti in modo creativo, coinvolgendo persone su più livelli e non soltanto i pochi che fanno parte del team digital.

Il profilo del SeoTeller

Sono lontani anni luce i tempi in cui era sufficiente scrivere 2 articoli alla settimana sul blog aziendale, pubblicare 3 post al giorno sulla pagina Facebook e 3 tweet sul profilo Twitter. Oggi una strategia di Web marketing per funzionare deve essere impostata all’insegna della multicanalità. Attenzione quindi a considerare canali come il Local Marketing: se avete un negozio o una rivendita “tradizionale” utilizzatela per promuovere il vostro sito. Cercate persone brave con la fotografia e i video: ciò non significa necessariamente fotografi professionisti… molto spesso gli instagrammer di successo non hanno nemmeno una reflex ma riescono a cogliere nel segno. Attenti alle novità, entusiasti e curiosi: ecco tre elementi imprescindibili nell’approccio ai progetti. Il SeoTeller conosce i media del momento e non ha paura di sperimentare. Propone sempre nuove attività senza preoccuparsi di sbagliare perché ogni errore significa crescita e ogni tentativo può diventare una storia da raccontare. Last but not least la capacità di lavorare in team. Il SeoTeller sa cosa vuol dire Team building e Relazioni, è in grado di motivare le persone e di trasmettere al team il suo entusiasmo, perché un progetto di digital marketing può avere successo solo se condiviso all’interno dell’azienda. Ma sa benissimo come stringere alleanze con persone strategiche al progetto come influencer e opinion leader.

Francesco Antonacci

0 Commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>